Parrot Flower Power: per il giardinaggio 2.0

Parrot Flower Power è il primo sensore wireless intelligente dotato di tecnologia Bluetooth Smart che si collega al vostro Smartphone e aiuta a prendersi cura delle piante. Basta scaricare gratutitamente la Parrot Flower Power App, posizionare il sensore nel vaso, scegliere il tipo di pianta che si desidera monitorare all’interno di una libreria con più di 6000 piante (2000 specie), redatta in collaborazione con botanici francesi, olandesi e americani e il gioco è fatto. Il Parrot Flower Power monitora e analizza 4 criteri fondamentali per la crescita delle piante: umidità del terreno, fertilizzante, temperatura dell’ambiente e intensità della luce – sia che si tratti di piante in vaso, sia che si tratti di piante in piena terra. All’apertura dell’…

Leggi tutto

Come decorare la vostra casa con le piante

Come decorare la vostra casa con le piante Home Relooking REmilia Come decorare la vostra casa con le piante Le piante d’appartamento ci servono come un grande elemento di decorazione, perché non solo sono belle da vedere, ma creano un senso di rilassamento e di luce nella casa. Così, si possono ottenere delle belle combinazioni di colore. Oggi vedremo come decorare la casa con le piante. Prima di iniziare a disporre le piante si devono studiare le specie che si utilizzano e da questo dipenderà la cura per farle crescere forti e belle e il giusto posizionamento nella casa. Si deve pensare a quale stanza della casa si desidera posizionare le piante, a seconda della specie si deve scegliere …

Leggi tutto

“Video Sponsorizzato” Introducing Samsung GALAXY S III : A Day in the Life

“Vivi un giorno della tua vita con galaxy S III, esso gioca un ruolo intimo con te e con i tuoi cari. Vi guarda, vi ascolta, vi vede: è Samsung Galaxy S III disegnato per l’uomo e ispirato alla natura.” Oggi sei entrato in un nuovo mondo tutto da scoprire, non ti resta altro da fare che iniziare a sognare insieme a noi.. fiori dalle delicate fragranze sono l’anteprima del tuo nuovo viaggio. La natura la puoi toccare in ogni momento grazie al fantastico display AMOLED un’eccezionale mezzo per catturare e condividere con una CAMERA da 8 Megapixel. L’acqua, la luce, il vento si sentono, si vedono e si toccano in una forma dal DESIGN…

Leggi tutto

Insalatina d’Orzo Fantasia

Con questa ricetta voglio dare il mio contributo alla simpatica proposta Ponti,che gentilmente mi ha inviato dei prodotti per partecipare al concorso Una ricettina semplice e veloce,ma davvero gustosa ve lo assicuro!!Ingredienti per 2 persone:100 g di orzo1 scatoletta di sgombro al naturale4 peperoni sott’olio Ponti4 cipollotti sott0…

Leggi tutto

Riuso, due (piccole) storie

È un periodo che tutto mi sembra troppo grande e mi voglio concentrare sui dettagli, il resto pesa troppo. Per questo penso che su queste due iniziative, a prima vista piccole, valga la pena spendere qualche parola. L’argomento è il riuso, quindi l’ecosostenibilità, in poche parole oggetti che prendono vita da materiale di scarto, la cui unica possibile alternativa sarebbe la discarica. Sono due (piccole ribadisco) realtà che ho incontrato tra le innumerevoli proposte durante la settimana del Salone del Mobile a Milano e mi hanno colpito per la loro concretezza: in quei giorni, infatti, la teoria del design e della creatività si sprecano, mentre merce ben più rara è la trasposizione della teoria in realtà.

Così, curiosando tra gli espositori della Cascina Cuccagna ho conosciuto Katia (Bocchi) e Marco (Granula) e le loro creazioni: gioielli, orologi e piccoli complementi d’arredo realizzati con i pezzi delle tastiere dismesse dei computer Apple e con i Lego usati. Tasti del computer e mattoncini per le costruzioni, due mondi paralleli, forse simili solo nelle dimensioni: questi materiali, nelle mani dei due artisti/artigiani, sono diventati altro, gioielli da indossare e accessori da regalare alla nostra casa. Lo studio bolognese di Katia e Marco si chiama Vicolopagliacorta ed è aperto, su appuntamento, per chiunque abbia voglia di curiosare.

Poi mi sono apparsi, come in una fiaba, degli gnomi di tutti i colori, appoggiati con disinvoltura su alcune mensole, tra un oggetto “serio” e l’altro, o infilati nella terra dei vasi di fiori. Da dove spuntano questi buffi personaggi? E mi hanno raccontato la storia di Animedagiardino, ovvero di una collezione (anzi una community) di nanetti di tanti colori e dai nomi diversi. Nanetti, quindi per definizione oggetti kitsch, giocosi, inutili, portafortuna, da compagnia – si possono definire come si vuole – ma la parte interessante è la loro origine: sostenibile e sensibile. L’idea della designer Sara Pallavicini è stata quella di riutilizzare gli scarti di lavorazione e i fondi di magazzino di un’azienda che produce plexiglass.

La tecnica di lavorazione è quella del taglio al laser che non vincola a elevate quantità di produzione e non inquina: in particolare, è stata proprio la tecnica a generare la forma, ecco perché il motto assegnato alla comunità di gnomi è: “imperfezioni ammesse”. Sono le anomalie del taglio piuttosto che le variazioni cromatiche del materiale a dare a ogni figura una personalità diversa.

Con i gioielli di Lego e i nani in plexiglass certo non si intende salvare il mondo, ma solo renderlo un pochino più sorridente.

Leggi tutto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi