About Us

About Us
Amiamo il Made in Italy ed il LifeStyle Italiano e vogliamo esserne ambasciatori in tutto il mondo.

Categories

SPERIMENTAZIONI LUMINOSE – Incontro tra arte e luce

SPERIMENTAZIONI LUMINOSE – Incontro tra arte e luce

SPERIMENTAZIONI LUMINOSE – Incontro tra arte e luce
SPERIMENTAZIONI LUMINOSE – Incontro tra arte e luce Home Relooking REmiliaSPERIMENTAZIONI LUMINOSE Incontro tra arte e luce La luce è energia e genera vita. Nelle case, nell’ambiente circostante e urbano la luce come strumento compositivo genera spazialità differenti e illumina ciò che è in ombra, ciò che non c’è. Crea effetti nuovi, valorizza ciò che prima non era pensato. Artisti, designer, aziende specializzate e semplici artigiani hanno saputo in questi ultimi decenni dare risposte nuove e diversificate. Hanno saputo stupirci e incuriosirci con le loro creazioni. Luzinterruptus istallazione Partiamo con questa carrellata luminosa con i: Luzinterruptus, (luce interrotta) un collettivo di artisti spagnoli. Il mezzo con cui realizzano le loro installazioni è la luce. Sono artisti, fotografi, uniti …

via Home Relooking REmilia:

|

SPERIMENTAZIONI LUMINOSE – Incontro tra arte e luce
Home Relooking REmilia

SPERIMENTAZIONI LUMINOSE

Incontro tra arte e luce

La luce è energia e genera vita. Nelle case, nell’ambiente circostante e urbano la luce come strumento compositivo genera spazialità differenti e illumina ciò che è in ombra, ciò che non c’è. Crea effetti nuovi, valorizza ciò che prima non era pensato. Artisti, designer, aziende specializzate e semplici artigiani hanno saputo in questi ultimi decenni dare risposte nuove e diversificate. Hanno saputo stupirci e incuriosirci con le loro creazioni.

radioactivity controls

Luzinterruptus istallazione

Partiamo con questa carrellata luminosa con i: Luzinterruptus, (luce interrotta) un collettivo di artisti spagnoli. Il mezzo con cui realizzano le loro installazioni è la luce. Sono artisti, fotografi, uniti da una passione per la fotografia e per l’ambiente. Il gruppo nasce dalla necessità di raccontare ciò che ci piace e ciò che passa inosservato nel mondo in cui viviamo ma che è importante per la vita dell’uomo. Le loro installazioni luminose non le troviamo nelle gallerie o nei musei, ma nelle piazze e nelle strade per valorizzare quartieri e angoli di città. Molte volte protagonisti delle installazioni sono le persone, la gente comune. Opere temporanee, semplici, realizzate al calare del sole con oggetti di uso quotidiano con materiali di base, poco costosi, riciclati, trovati per strada, ma che senza la corretta illuminazione questi progetti non avrebbero senso.

Luzinterruptus istallazione

Luzinterruptus istallazione

Ecco la lampada, Math(one), ha la forma generata da una geometria matematica, derivata dal Toro. Il progetto è parte di una serie di superfici create modificando funzioni parametriche e trasformate in strutture reticolari. La sorgente luminosa proviene da una striscia di led lineari che disegna il profilo più caratterizzante della forma. Le parti della lampada sono realizzate con il taglio laser che permette di sagomare il legno a costi molto contenuti con forme geometriche bidimensionali di qualsiasi genere, disegnate al computer.

Mathone

Math-one

Ecco un progetto di luce che diventa anche un lavoro di valorizzazione urbana e un vecchio tunnel diventa un’opera d’arte permanente. Siamo a Birmingham, in Alabama e l’artista Bill FitzGibbons ha valorizzato il sottopassaggio della 18° Strada installando 250 luci a Led computerizzati. Quella che prima era un anonima strada, oggi sembra una scatola di luci e colori.

Birmingham

sottopassaggio illuminato

galleria illuminata

galleria illuminata

La galleria già dall’esterno regala magici effetti ottici. Entrando, si incontrano fasci di luce: dal blu al viola, passando per il giallo, l’arancione e il rosa. Un arcobaleno di luci. Grazie alla tecnologia, i led possono accendersi tutti insieme oppure singolarmente dando vita a uno spettacolo di grande impatto scenico. Negli anni il tunnel si è deteriorato rendendo la zona anche potenzialmente pericolosa. Da qui l’idea, vincente, di chiedere l’intervento di un’artista. Questo lavoro di arte pubblica, criticato da alcuni per la scelta dell’intensità della luce e per i colori sgargianti, vuole essere anche provocatorio e dimostrare il ruolo sociale che l’arte e l’illuminazione possono ricoprire nei contesti urbani.

Emanuele-Saracino_Bubbles_Porta-Napoli-Lecce

Illuminando Lecce

Uno degli aspetti più stimolanti nel lavoro del progettista o creatore di eventi artistici è la possibilità di mettere in comunicazione l’arte classica e quella attuale, in continua evoluzione. In Italia è ormai consuetudine che edifici storici, antichi castelli ed architetture industriali siano destinati a divenire spazi espositivi per l’arte contemporanea, senza che ciò comporti uno scontro tra epoche e stili differenti. La stessa cosa accade in ILLUMINANDO LECCE: i monumenti, testimonianza della storia, vengono integrati da opere che ritraggono la società attuale, sfociando in una valorizzazione reciproca; il patrimonio storico si lascia irraggiare di luce nuova.

Marco-Appicciafuoco_Light-Flower_Piazza-SantOronzo-Lecce

Illuminando Lecce

Segni grafici illuminati a neon sono la cifra stilistica di una artista genovese dal respiro internazionale. Maya Zignone, disegna segni grafici netti e decisi che si trasformano in opere d’arte. La luce al neon è il linguaggio con cui penetra negli spazi e dà vita a dimensioni nuove.

Shoes, 2008

Opera di MaYa Zignone

Attraverso media differenti (suono, installazioni, fotografia, video..) ma soprattutto con l’uso costante della luce l’artista crea luoghi e situazioni che trovano nel confronto con lo spettatore l’equilibrio e la convergenza tra energie fisiche ed emozionali, una sorta di legame esperienziale tra uomo e spazio. I segni luminosi di questa artista segni sono incisivi, secchi, con forme essenziali, primarie, che poi vengono organizzate e si trasformano in strutture tridimensionali.

Istallazione  di Maya Zignone

Istallazione di

La “Nice Ball” è una lampada originale e singolare, ricoperta da sedie in miniatura di Vitra, azienda che realizza mobili e arredamenti di design. L’opera è formata da circa 80 miniature, fissate a un esile struttura in alluminio e le sedie, riprodotte in scala 1:6 in ogni minimo dettaglio, ripercorrono la storia internazionale del design dal 1820 a oggi. Più che oggetto di design, la “Nice Ball” è un’opera d’arte: una scultura che illumina e insieme arreda. I confini tra arte e design sono sempre più deboli, il connubio tra questi mondi sempre più forte e la creazione d’arte di Pivi ne è un bel esempio.

NiceBall[1]

Nice Ball

Dinamica, asimmetrica, bicolore: è Reverso l’innovativa creazione di Alt Lucialternative, disegnata da Burkhard Daemmer. Designer d’avanguardia e sperimentale la sua progettualità si unisce perfettamente alla forte ed eccentrica personalità del brand. Reverso si caratterizza per la leggerezza della forma che diffonde una luce chiara che sfuma i contorni e personalizza lo spazio. Realizzata in un unico elemento in plexiglas di spessore sottile, che disegna una geometria irregolare che le consente di assumere diverse posizioni creando tante configurazioni differenti. Il diffusore rettangolare si applica al telaio della lampada per mezzo di una calamita. Se da un lato la versione bianco/nero lucido enfatizza l’estrema pulizia formale della lampada, dall’altra la variante bianco/arancio corrisponde ad un gusto più giovane e accattivante.

Reverso

Reverso

Number of View :45

SPERIMENTAZIONI LUMINOSE – Incontro tra arte e luce
Home Relooking REmilia

Prosegui la lettura su: SPERIMENTAZIONI LUMINOSE – Incontro tra arte e luce

Home Relooking REmilia

SPERIMENTAZIONI LUMINOSE – Incontro tra arte e luce

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi