Normativa antincendio per le scuole

Da non molto tempo in Italia (da neanche un mese) sono state annunciate delle nuove norme che riguardano tutte le regole  da tenere presenti ed applicare in tutti gli istituti scolastici del paese, di qualsiasi livello, dalle scuole materne sino alle università.

La notizia è stata pubblicata come decreto ministeriale sulla Gazzetta Ufficiale appunto poco tempo fa (circa 15 giorni).

In sintesi queste norme, decisamente rilevanti per il settore dell’edilizia, riguardano tutte quelle misure riguardanti gli incendi, che hanno a che fare con le strutture fisiche degli istituti scolastici, pertanto tutte le scuole del nostro paese, partendo da città come Aosta o Torino sino ad arrivare a città come Palermo  o Trapani,  dovranno mobilitare adeguate imprese edili a fare determinati tipi di lavori.

Le imprese del settore edile di città come Torino, Aosta ecc. avranno sicuramente il tempo per fare questi lavori di prevenzione incendi, dato che il termine ultimo per adempiere a queste nuove normative è un po’ prima della fine di agosto (per essere precisi entro il 26 del mese).

Dato che le scuole terminano tra pochi giorni non c’è il problema delle lezioni o degli studenti che possano in qualche modo rallentare i lavori, pertanto non ci sono giustificazioni a cui appellarsi per non rispettare tale scadenza.

Le azioni che le imprese edili devono intraprendere

Di base comunque le varie imprese edili delle città come Torino o Palermo (senza trascurare le altre), non dovrebbero avere problemi a svolgere i vari lavori entro quel periodo di tempo, dato che non sono lavori particolarmente lunghi o difficili da attuare, in breve le cose da fare dovrebbero essere queste:

  • Assicurarsi che gli impianti elettrici degli edifici rispettino la Legge detta 86/1968.
  • Avere un impianto di allarme perfettamente funzionale che avvisi sia gli studenti che chiunque sia presente in quel momento nell’edifico scolastico, che c’è un possibile incendio in atto.
  • Fornire tutto l’edifico scolastico di estintori portatili piazzandoli in luoghi ben visibili e facili da raggiungere.
  • Mettere in tutto l’edifico scolastico degli appositi segnali di sicurezza.
  • Fare dei controlli ogni tot di tempo negli edifici scolastici degli impianti antincendio.

Queste sono le normative che devono essere messe in atto appunto entro fine agosto 2016.

Ci sono altre norme invece devono essere messe in atto entro fine ottobre 2016 (il 26 per essere precisi), ma che comunque già dovrebbero essere state attuate, quindi le ormai famose imprese edili di Torino e altre parti potrebbero stare tranquille.

In breve le cose da fare sono:

  • Una distinzione nell’edificio tra aree ad uso scolastico e non.
  • Edifici di materiale resistente ad incendi.
  • Creazione di impianti antincendio.
  • Stabilire il numero massimo di persone presenti in una classe e la creazione di uscite larghe a sufficienza.
  • Conformare i sistemi che generano calore nell’edificio.

ItalyanStyle.com

Web Net 3.0 Realizzazione siti web con integrazione social network e community features. Campagne web marketing e strategie SEO personalizzate. Article Marketing. Link Building.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi