Lo Stile Gustaviano

Lo Stile Gustaviano

Lo Stile Gustaviano
Lo Stile Gustaviano Home Relooking REmiliaLo Stile Gustaviano “Fresco dolce e delicato che ci porta allo stile shaby” Nella seconda metà del ’700 nacque alla corte di Svezia lo stile Gustaviano. Gustavo III, re di Svezia dal 1771 al 1792, colto, raffinato e amante dell’arte, seppe creare uno stile d’arredamento che è ancora conosciuto con il suo nome. Prima di diventare re egli visse a Versailles presso il cugino Luigi XVI e qui ebbe modo di conoscere il Roccoco e lo stile Neoclassico ammirò moltissimo questi stili, affinò il gusto per la moda e gli arredi. Al suo ritorno in patria con la collaborazione di ebanisti e decoratori francesi, portò a Stoccolma queste idee per realizzare degli arredi particolari …

via Home Relooking REmilia:

|

Lo Stile Gustaviano
Home Relooking REmilia

Lo Stile Gustaviano

“Fresco dolce e delicato che ci porta allo stile shaby”

Nella seconda metà del ’700 nacque alla corte di Svezia lo stile Gustaviano. Gustavo III, re di Svezia dal 1771 al 1792, colto, raffinato e amante dell’arte, seppe creare uno stile d’arredamento che è ancora conosciuto con il suo nome. Prima di diventare re egli visse a Versailles presso il cugino Luigi XVI e qui ebbe modo di conoscere il Roccoco e lo stile Neoclassico ammirò moltissimo questi stili, affinò il gusto per la moda e gli arredi. Al suo ritorno in patria con la collaborazione di ebanisti e decoratori francesi, portò a Stoccolma queste idee per realizzare degli arredi particolari che abbellirono le case della sua città che venne poi definita la “Parigi del Nord”.

TAVOLI~2

Tavolino Roccocò

Commode-preziosiss_-Luigi-XV_-A_R_-Gaudreaus1

Comò Neoclassico

gustavo

Arredamento Gustaviano

Questo stile mette insieme con una freschezza straordinaria elementi appunto del Rococò francese e dello stile Neoclassico, rielaborati e adattati al più sobrio gusto nordico. Re Gustavo non aveva a disposizione i legni pregiati dei francesi che provenivano dalle colonie, e neppure le loro possibilità economiche, ma poteva contare sui legni dolci delle foreste svedesi. I mobili vengono quindi realizzati con il pino, il faggio, la betulla e l’abete che essendo teneri sono adatti ad essere intagliati e dipinti, con colori dai toni chiari, luminosi e delicati utili a catturare la poca luce del freddo clima nordico. Prevalgono così il bianco, l’azzurro-grigio, il verde salvia ed il rosa tutti in tonalità molto chiare, e qualche pennellata d’oro.

Da allora gli arredi in stile Svedesi sono sempre stati connotati da queste caratteristiche: forme molto pulite e lineari, ispirate alla classicità greca e romana, e qualche libero intervento decorato, per i colori degli ambienti, il bianco, l’azzurro, il verde salvia e il rosa in tutte le sue sfumature che si sposa magnificamente con le stoffe delle sedute anch’esse chiare, spesso del colore naturale del lino, oppure del cotone stampato a piccoli quadri o righe.

gustaviano

I mobili tipici dello stile Gustaviano sono cassettoni, sedili, poltrone, divani, sofà alla turca e alti orologi, cui devono aggiungersi le stufe al posto dei tradizionali caminetti. La semplicità dei mobili è però bilanciata dalla ricchezza delle decorazioni delle pareti, dipinte a ghirlande, festoni, nastri e fiori a cui spesso si aggiungono urne, medaglioni, greche, rosette.

divano

MOBILI FOTO25

Due seggiole di stile gustaviano -linee semplici e sobrie colori delicati e tessuti a quadretti

Ai nostri giorni se si vuole lo stile gustaviano può essere facilmente ricreato. Basta utilizzare vecchi mobili che hanno per oltre un secolo imitano lo stile “Luigi” e che ora a prezzi modici si possono trovare nei mercatini. Si aggiungano la conoscenza dello stile Gustaviano, un po’ di fantasia, la voglia di dipingere, la capacità di abbinare i colori giusti, ed ecco raggiungere dei risultati davvero interessanti, e ricreare ai nostri giorni degli ambienti Gustaviani. Questo stile si presta a varie contaminazioni essendo esso stesso il risultato di mescolanze di stili con influenza anche italiana. Gli arredi possono adeguarsi alle varie ambientazioni siano esse più spartane o lussuose. Ci sono anche aziende che creano dei bellissimi e nuovi mobili con questo stile. Se poi a questi elementi si unisce la passione per i fiori freschi o secchi e la luce soffusa delle candele ecc. possiamo pensare che abbiamo messo le basi per quello stile che oggi chiamiamo: shabby chic.

shabby chic

Per dare alle stanze qualche tocco personale di colore sono utili i vasi di ceramica o di vetro dei fiori, e alle pareti quadri ispirati alla vita in campagna. Si possono realizzare dei centrotavola in stile Gustaviano senza spendere nulla riutilizzando scatole di legno che possono essere riempite di fiori e il cui interno potrà essere rivestito con un canovaccio in cotone bianco.

vaso

Number of View :35

Lo Stile Gustaviano
Home Relooking REmilia

Prosegui la lettura su: Lo Stile Gustaviano

Home Relooking REmilia

Lo Stile Gustaviano

ItalyanStyle.com

Web Net 3.0 Realizzazione siti web con integrazione social network e community features. Campagne web marketing e strategie SEO personalizzate. Article Marketing. Link Building.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi