Consigli per cucinare la carne alla piastra elettrica, in ghisa o giapponese

by GustoBlog.it

Carne alla piastra
Cucinare la carne alla piastra in modo corretto richiede poche, semplici, ma doverose regole per la buona riuscita della cottura.

Prima regola è utilizzare la carne giusta da cuocere sulla piastra: non deve essere tagliata troppo sottile (almeno 2-3 cm), non deve essere troppo magra altrimenti rischia di seccarsi e di bruciarsi e deve essere asciugata con carta assorbente da cucina, per eliminare eventuale sangue in eccesso.

La piastra deve essere ben calda, prima di metterci sopra la carne per la cottura e, a sua volta, la carne non deve essere bagnata di olio prima di essere messa sulla piastra.

Viste queste poche regole generali vi diamo alcuni consigli per cucinare la carne alla piastra elettrica, in ghisa o giapponese nel migliori modo possibile.

La piastra in ghisa è quella più comune e più utilizzata è perfetta per ottenere una buona cottura della carne impiegando pochi grassi e poco tempo. La ghisa ha il vantaggio di diffondere uniformemente e rapidamente il calore permettendo alla carne di non seccare, tutto questo senza l’aggiunta di grassi. Infine ha il grande vantaggio di potere essere utilizzata anche su un semplice fornello a gas.

Il modo corretto per utilizzarla è far scaldare la piastra a fuoco vivace, finché non diventa molto calda e solo così disporvi sopra la carne. Alcuni modelli hanno un fondo ondulato che permette al grasso di colare, consentendo così una cucina priva di grassi.

Non può essere lavata in lavastoviglie, è sufficiente immergendola, subito dopo l’uso, in acqua fredda passare una spugna non abrasiva e asciugarla con un panno pulito. Ha lo svantaggio di essere molto pesante.

La piastra elettrica altrettanto diffusa, è molto pratica perché necessita unicamente della presa elettrica per funzionare e normalmente ha due piastre che si chiudono su se stesse, cuocendo in modo omogeneo la carne senza necessità di essere girata da un lato all’altro. Anche questa piastra non richiede l’aggiunta di olio nella cottura della carne.

Vediamo, infine, la piastra Giapponese è un altro elettrodomestico che sta prendendo piede nelle cucine europee è in metallo e va anch’essa scaldata a temperature alte ed è antiaderente, facile da pulire e con un vassoio di raccolta dei grassi. Il vantaggio di questa piastra è che la cottura della carne è ottimale, rimanendo morbida a anche per questa non occorre aggiungere grassi.
Ha il grande vantaggio di poter essere portata a tavola così da conservare i cibi in caldo.

Foto| Flickr

Consigli per cucinare la carne alla piastra elettrica, in ghisa o giapponese é stato pubblicato su gustoblog alle 21:08 di domenica 03 marzo 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.

Se vuoi approfondire questo argomento segui il link: Consigli per cucinare la carne alla piastra elettrica, in ghisa o giapponese

Autore: , Antonella
Feed: http://feeds.blogo.it/gustoblog/it, gustoblog, gustoblog.it

Argomenti trattati: 2113 | Il Blog del Gusto – Ricette – Gastronomia – Menu – Le ricette delle feste – Dolci – Pasta fresca fatta in casa – Culinaria

ItalyanStyle.com

Web Net 3.0 Realizzazione siti web con integrazione social network e community features. Campagne web marketing e strategie SEO personalizzate. Article Marketing. Link Building.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi