Volkswagen: storia della casa tedesca

Quando si parla di automobili e dei grandi marchi, una delle prime case automobilistiche che ci viene in mente, in quanto una delle più famose e grandi al mondo, è la Volkswagen. L’azienda di Wolfsburg infatti, sin dall’anno della sua fondazione, produce modelli di alta qualità, basandosi sulle esigenze della gente e innovando sempre più i suoi prodotti.

Il fatto che è una delle case migliori sul mercato, lo si può constatare facendo un giro per tutte le città europee, come ad esempio Roma. La capitale romana, infatti è piena non solo di vetture targate Volkswagen, ma anche di concessionari Volkswagen Roma. Non esiste città dove non troverete almeno una Volkswagen Golf o una Polo, le più celebri della casa tedesca.

Oggi la Volkswagen può essere considerata la più grande casa automobistica del mondo, infatti nel tempo ha acquisito alcuni tra le più importanti case automobilistiche del mondo.

Andiamo a vedere insieme la storia di questa casa produttrice.

La storia

La parola “Volkswagen”, significa “vetture del popolo” e nacque nel 1937, sotto la dittatura nazista di Adolf Hitler su sua richiesta. In quel periodo, le classi basse della società non potevano permettersi un’automobile, così Hitler fece realizzare una vettura che anche le classi inferiori potevano permettersi.

Il progetto, fu affidato al famoso ingegnere Ferdinand Porsche, fondatore della omonima casa produttrice di grande successo. Nel ‘36, vennero presentate al Fuhrer, 3 prototipi di quella che sarà la prima macchina targata Volkswagen. Il Fuhrer decise così di trovare un luogo dove stabilire la nuova azienda.

Lo stabilimento, fu costruito in Bassa Sassonia, nei pressi di Hannover, in una zona priva di attività e di vita. Un anno dopo, i nazionalsocialisti decisero di costruire una città attorno alla fabbrica della Volkswagen, la quale prenderà il nome di Wolfsburg. La fabbrica venne chiusa a causa della seconda guerra mondiale.

Dopo la fine della guerra, il figlio di Ferdinand Porsche, Ferdinand Anton Porsche, decise di riaprire la fabbrica. Il primo modello che fu prodotto dalla casa di Wolfsburg, fu il celebre Maggiolino (o beetle), nome comune della Volkswagen 1200. Il successo del Maggiolino fu incredibile.

Dopo la produzione del Maggiolino, vennero prodotte altre vetture che però non ebbero lo stesso successo, incrementando così la carriera ed il successo della Volkswagen 1200, macchina più venduta del suo periodo. Da lì in poi, la casa tedesca produsse numerosissime vetture importanti, fino ad arrivare ai giorni nostri dove è una delle più importanti case al mondo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi