I palloncini: protagonisti delle feste di compleanno

Quando si organizza una festa di compleanno per grandi o bambini ci sono degli elementi che non mancano mai e ai quali abbiamo fatto l’abitudine, ma che in fondo sono fondamentali per allietare, colorare e divertire. I protagonisti assoluti delle feste di compleanno a Roma come a Trieste, a Palermo come a Bolzano sono i palloncini. Colorati, luminescenti, di gomma, di plastica, dalle forme bizzarre o i classici baloon, non c’è festa senza i palloncini. In Italia, esistono aziende specializzate non solo nella produzione dei palloncini, ma anche nella realizzazione di addobbi con i palloncini: dai castelli gonfiabili ai classici archi di palloncini da liberare a fine festa. Intorno al palloncino c’è un mondo di fantasia: corsi per imparare a manipolare i palloncini per trasformarli in animali o bambole, corsi di animazione e prestidigitazione con i palloncini, corsi di allestimento delle sale per feste a tema, realizzazione di palloncini su misura, gonfiabili per giocare, corsi di trucco e animazione per bambini. Rivolgersi agli esperti del divertimento è senz’altro una soluzione ideale per una festa di compleanno con i fiocchi, ma chi ha un minimo di capacità manuali potrebbe cimentarsi nella realizzazione del più classico degli addobbi con i palloncini: l’arco.

Come fare un arco di palloncini

Gli archi di palloncini sono di grande impatto visivo, possono essere monocolore o a più colori intrecciati, perlacei o semplici e sicuramente creano grande allegria, ma anche un tocco di eleganza.

Per realizzare da soli un arco di palloncini occorre acquistare un arco come base per attaccare i palloncini. Gli archi già pronti si trovano nei negozi di articoli per feste, giardinaggio o attrezzature; oppure lo si può realizzare da sé procurandosi dei tubi in plastica sottile, flessibile, ma resistente. L’altezza dell’arco deve essere adeguata alle esigenze. Per ancorare i due capi dell’arco possono bastare due mattoni traforati, oppure dei secchi di plastica pieni di sabbia oppure fissarlo ai tavoli con il foro dell’ombrellone. Per stabilizzare la struttura – se i sacchi di sabbia non bastano o non danno sicurezza – è meglio legare i capi a pali o alberi (se ci si trova all’aperto). La struttura è in realtà la parte più difficile da realizzare; una volta trovata la forma e la dimensione giusti, si può passare alla fase di gonfiatura dei palloncini. Poiché se ne dovranno gonfiare molti è meglio munirsi delle apposite bombole a elio o ad aria per gonfiarli più in fretta (le bombole sono acquistabili o noleggiabili presso i negozi di articoli per feste). I palloncini devono coprire la struttura, quindi ne servono almeno 6 per ogni giro, quindi bisogna calcolare il numero dei palloncini necessari anche in base all’ampiezza e altezza dell’arco. I palloncini si possono fermare con una corda o del nastro adesivo o con un nodo. Ciascun palloncino deve essere assicurato a un punto libero dell’arco, partendo da un lato e proseguendo in fila fino all’altro capo. Per nascondere fili e scotch si possono avvolgere dei nastri colorati sulle parti scoperte dell’arco. Mettete da parte sempre dei palloncini per sostituire quelli che scoppiano o per arricchire l’arco. Per una decorazione insolita, si possono attaccare i palloncini a spirale lungo la struttura. È un modo per procedere anche più velocemente. Se usano colori diversi, ci si può sbizzarrire con effetti a spirale bicolori oppure con un effetto a “coriandoli” intervallando vari colori.

In fin dei conti anche la preparazione dell’addobbo di una festa di compleanno è di per sé un divertimento, quindi buon divertimento!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi