Scarola in padella: la ricetta con acciughe, olive e capperi alla napoletana

Scarola in padella: la ricetta con acciughe, olive e capperi alla napoletana

Facile 30min Per 4 persone

ingredienti

  • Scarola 1 Kg
  • Acciughe sott’olio 4-5 filetti
  • Olive taggiasche o di Gaeta 100 gr denocciolate • 260 kcal
  • Aglio 1 spicchio • 79 kcal
  • Capperi 1 manciata • 25 kcal
  • Pinoli 1 manciata • 595 kcal
  • Olio extravergine d’oliva 4 cucchiai • 79 kcal
  • Sale q.b. • 79 kcal

Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La scarola in padella o scarola alla napoletana, è un contorno facile e veloce tipico del sud Italia, in particolare di Napoli. La scarola è un ingrediente perfetto per i pranzi e le cene in famiglia che si accompagna alla perfezione a secondi piatti di carne, di pesce o abbinata ai formaggi. In Campania si prepara con acciughe, olive, capperi e pinoli, che aiutano anche a smorzare il retrogusto amaro di questa verdura. La preparazione è davvero veloce: non è necessario infatti sbollentare la scarola, in quanto si tratta di una verdura molto tenera, che si può cuocere direttamente nella sua acqua.  La scarola in padella viene spesso utilizzata per realizzare il ripieno di torte salate e focacce, come la squisita pizza di scarola, tipico piatto della cucina regionale campana.

Come preparare le scarole in padella

Lavate la scarola, staccate le foglie dal cespo, eliminando le parti finali più dure e bianche. In una padella ampia soffriggete l’aglio nell’olio evo con le acciughe, che dovranno sciogliersi completamente. Aggiungete ora la scarola un po’ alla volta, coprite con il coperchio e lasciate appassirla per un paio di minuti: in questo modo rilascerà la sua acqua. Unite ora il sale le olive tagliate a rondelle oppure intere, i capperi dissalati e i pinoli e continuate la cottura per circa 10 minuti a fuoco medio. Non appena l’acqua di vegetazione sarà evaporata spegnete il fuoco. Servite la scarola in padella ben calda.

Consigli

Chi preferisce potrà omettere i pinoli, oppure sostituirli con i gherigli di noci. Inoltre è possibile aggiungere anche una manciata di uvetta.

Se volete, potete stufare la scarola, prima di aggiungerla in padella: sistematela in una pentola dopo averla lavata accuratamente, coprite con il coperchio, rigirate dopo qualche minuto e lasciate cuocere, fino a quando le foglie non si saranno ammorbidite. Se invece volete eliminare il retrogusto amaro preparate la scarola bollita: sbollentatela in acqua bollente e salata per 10 minuti e procedete poi come da ricetta.

Se amate il piccante potete aggiungere in padella con aglio e acciughe, un po’ di peperoncino.

Conservazione

Potete conservare la scarola in padella per 2-3 giorni in frigo all’interno di un contenitore ermetico.

Fonte: Scarola in padella: la ricetta con acciughe, olive e capperi alla napoletana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi