Come migliorare il posizionamento del tuo sito web in 3 semplici mosse

 

Ecco una guida semplice e basica sulla SEO, per chi è alle prime armi e non se la sente di leggere paginoni su paginoni e manco di affrontare dei grossi costi SEO per il suo sito web. In fondo da qualche parte bisogna pur iniziare. Quindi se ciò che volete è migliorare la SEO del vostro sito web, seguite queste tre semplici mosse.

MOSSA 1: CONTROLLO SEO DEL SITO WEB PER UN SITO MOBILE-FRIENDLY

E’ davvero importante controllare che le pagine del sito siano ottimizzate per la visualizzazione da diversi dispositivi portatili, tipo tablet e smartphone. Ormai questo tipo di dispositivi sono entrati a far parte della nostra vita e tutti gli usano per le loro ricerche Internet, sia quando sono fuori casa che a casa, visto la comodità e velocità d’utilizzo.

Ecco che bisogna configurare l’area di visualizzazione in modo che sia automatizzata in base alle diverse dimensioni dei supporti usati dagli utenti, ci vogliono i plugin corretti e anche la dimensione del testo e degli elementi cliccabili va controllata.

Assolutamente da evitare Flash, in quanto di solito non è supportato dai browser per mobile.

Poi bisogna controllare la velocità di caricamento delle pagine, perché la gente se non carica entro due o tre secondi abbandona il sito. Quindi bisogna avere pagine che pesino poco, senza tanti monili e con immagini compresse. Potete avvalervi del progetto open source AMP (Accelerated Mobile Pages) che permette realizzare pagine web statiche per il mobile leggere e di veloce caricamento, grazie a un HTML più snello e pure per via che il contenuto viene salvato in cloud (ovvero non procede dal server ma da una versione cache di Google).

MOSSA 2: RICERCA DELLE KEY

Sicuramente hai già sentito parlare delle key in passato, ovvero le parole digitate dagli utenti nei motori di ricerca che poi si concludono nei risultati, ovvero nei siti. Quanta lotta SEO, per comparire ai primi posti nelle ricerche per determinate key!

Ma pure qui bisogna distinguere le ricerche fatte dal PC e quelle fatte da un dispositivo mobile; in quest’ultimo caso il 20% sono vocali. E inoltre, sempre a proposito delle ricerche fatte da dispositivi mobili, spesso sono urgenti, magari servono delle indicazioni stradali, come trovare un negozio o un telefono; invece le ricerche fatte da casa di solito non hanno carattere urgente, per cui si guardano video, si cercano informazioni, ci si organizza un viaggio, ecc.

Quindi per migliorare la SEO del proprio sito web bisogna tener conto pure di questi fattori, cosa che si può fare in modo abbastanza facile osservando le statistiche della Search Console: si accede con il proprio account, si naviga nella ricerca analitica e poi si va al menù Search Traffic > Search Anaytics. Questo strumento permette di visualizzare i click, le impressioni e le varie posizioni mobili e destkop. A questo punto scegliere le migliori key per il nostro sito risulterà molto più facile.

MOSSA 3: CONTROLLO POSIZIONE DEGLI UTENTI

Un altro controllo SEO da fare sul sito web riguarda la posizione degli utenti e non è roba da poco, specialmente se il sito riguarda un’attività fisica, come un negozio. Effettivamente, secondo Google, l’80 % delle ricerche nelle vicinanze dell’utente è di tipo mobile, per cui va configurato il proprio sito web per la ricerca locale da mobile.

Fra i dettagli da tener conto ci sono:

  • La registrazione a Google My Business e l’inserimento della nostra attività in modo corretto e con tutti i dettagli: nome attività, indirizzo, numero di telefono, mail, descrizione, orari.
  • Inserimento di foto di qualità riguardo la nostra attività e il luogo dove si trova.
  • Ottenere recensioni positive da parte degli utenti che hanno usufruito del nostro servizio o bene.

Ma se uno non ha un’attività e il nostro sito è di carattere generale? Qui dipende, magari trattiamo il tema del turismo e quindi la localizzazione è sempre importante. Ma per il solo fatto d’inserire un sito con delle key che rimandino alla città dove abitiamo, sarà più facile essere trovati, è sempre un qualcosa in più e l’utente sentirà più empatia verso uno che abita vicino a lui e quindi sarà più probabile che torni a farci visita.

CONCLUSIONE

Come vedi, se segui queste tre semplici mosse che non tutti spiegano, potrai migliorare di molto la SEO del tuo sito web, abbattendo di netto i costi SEO soliti del sito web stesso. Ci sarebbe ancora tanto da dire, ad esempio sulla link building con i guest post, ma questo come altri argomenti li tratteremo nei prossimi post.

 

Leave a Comment