Arredare la propria cucina con un tocco di classe_1.80

Quali sono gli sviluppi più recenti nell’ambito dell’arredamento delle cucine? Quali stili sono più in voga? Oggi il mercato delle cucine è senza dubbio in continuo mutamento: tuttavia, la qualità del made in Italy continua a fare la differenza, garantendo standard molto elevati. Il mercato dell’arredamento in generale è stato protagonista in questi ultimi anni di una rivoluzione totale, dominata dalla diffusione delle cosiddette “cucine componibili”.

Abbiamo assistito ad una transizione dalla produzione di massa del periodo pre­crisi alla riscoperta delle tradizionali lavorazioni artigianali, le quali rendono le cucine uniche e durature nel tempo. D’altronde, noi italiani amiamo la qualità e il design e per questo motivo la crisi ci ha fatto riscoprire questi plus. Le cucine componibili, in buona sostanza, prendono il nome dalla semplice parola “comporre”: si tratta perciò di composizioni d’arredo formate da blocchi pre­assemblati di varie misure e dotati di varie finiture. 

Ad ogni modo è difficile intuire i trend previsti per i prossimi anni in materia di progettazione delle cucine. Saper indirizzare il cliente e capirne le esigenze funzionali e di spesa è uno dei lavori più difficili per il progettista e questa capacità si acquisisce solo con molti anni di esperienza sul campo. Fortunatamente nel mercato italiano esistono diverse aziende di grande valore, capaci di accontentare i gusti di ogni cliente. Non è affatto facile indicare uno o più marchi adatti alle proprie necessità tra la miriade di opportunità accattivanti targate made in Italy.

Ecco perché, nonostante alcuni arredi possano essere di moda per alcuni anni, non si possono seguire delle regole fisse, dare dei consigli o stabilire dei criteri precisi perché nessuna cucina è uguale ad un’altra così come differiscono le esigenze del cliente. L’unico suggerimento indispensabile è ricordarsi che una cucina, molto spesso, è per sempre. Bisogna perciò effettuare la scelta con estrema attenzione.

Molti clienti, infatti, commettono alcuni errori di fondo quando progettano o ideano la loro cucina. Ad esempio, un errore piuttosto frequente è quello di associare cucina di qualità e dal design elegante ad un prezzo molto elevato. Non c’è errore più grave! Una cucina, infatti, è composta da decine e decine di pezzi, materiali, finiture ed elettrodomestici. Scegliere esclusivamente il top della gamma comporta un prezzo finale decisamente alto: il giusto mix, invece, consente di avere un rapporto tra qualità e prezzo ottimale. La produzione italiana di cucine, in fin dei conti, è ancora in grado di offrire il top sul mercato internazionale. Tuttavia è bene ricordare che una cucina di qualità è duratura, confortevole e capace di soddisfare tutti i nostri bisogni. A tal proposito è necessario scegliere con cura tutti i prodotti da acquistare, cercando sempre di mantenere un rapporto qualità/prezzo equilibrato.

Leave a Comment