Smalto color carne: come abbinarlo al tipo di pelle

Lo smalto color carne, un evergreen intramontabile, quest’anno è tornato oltretutto prepotentemente di moda. Molte donne pensano che sia il più semplice non solo da mettere ma anche da sfoggiare perché non va abbinato con l’abbigliamento e non stona mai, conferendo a mani e piedi un look nude discreto ma curato. E queste considerazioni sono sicuramente tutte vere. Tuttavia c’è un aspetto da non sottovalutare (e che invece molte principianti trascurano), ovvero come abbinare lo smalto color carne al tipo di pelle.

Smalto color carne: come scegliere in base al tipo di pelle

Se avete un incarnato pesca, lo smalto color carne adatto a voi non sarà lo stesso più indicato a chi ha la pelle olivastra ad esempio. Scegliere la giusta nuance carne per lo smalto serve a conferire alla mano un aspetto più affusolato.

Chi ha le mani rosate dovrà quindi orientarsi su smalti color carne che tendono leggermente al perlato mentre per i sottotoni giallognoli, l’ideale è la gamma di smalti beige.

Scegliere la tonalità giusta in base all’incarnato diventa fondamentale se lo smalto carne è di tipo opaco e quindi non lascia intravedere il colore naturale delle unghie ma le copre.

Non tutti gli smalti color carne sono uguali: guida all’acquisto

Vi stupirete a scoprire quanti tipi di smalto color carne esistono in commercio. Quale scegliere?

Lo smalto color carne dal finish semitrasparente è quello che conferisce l’effetto più naturale alle unghie: è infatti poco pigmentato e rende le unghie luminose e uniformi. Anche lo smalto dal finish shimmer non è eccessivamente pigmentato, ma contiene dei piccolissimi glitter per chi, pur in un’ottica di sobrietà, non vuole passare inosservata.

Per non sbagliare nel dubbio si consigliano smalti color carne dalla finitura sheer: l’effetto è molto delicato e si adatta bene a diversi tipi di pelle.

Lascia un commento