Funghi sott’olio: la ricetta della conserva semplice e gustosa

Funghi sott’olio: la ricetta della conserva semplice e gustosa

I funghi sott’olio sono un’ottima conserva da preparare in autunno, una ricetta semplice che ci permetterà di gustarli anche fuori stagione. Sono infatti l’ideale come antipasto per condire bruschette preparate con pane casareccio, o da servire come gustoso contorno per accompagnare secondi piatti, anche in occasione di pranzi e cene organizzati all’ultimo minuto. Prepararli è davvero semplice: vi basterà scottarli in acqua e aceto e poi conservarli nei vasetti di vetro con olio e spezie. Nella nostra ricetta abbiamo utilizzato i funghi champignon, scegliendoli piccoli e sodi ma, in alternativa, potete utilizzare anche i chiodini o i pioppini, l’importante è che siano di piccola taglia, in modo da conservarli anche interi, inoltre hanno una cottura più rapida. Se preferite potete però utilizzare anche i porcini o fare un mix di funghi. Ecco come prepararli.

Come preparare i funghi sott’olio.

Pulite bene i funghi con un panno umido o passandoli sotto acqua corrente, per eliminare il terreno in eccesso. Tagliate i gambi e asciugateli bene.(1) In una pentola mettete l’acqua, l’aceto e il sale, portate ad ebollizione (2) e aggiungete i funghi che dovranno cuocere per circa 5 minuti. Una volta pronti scolateli e metteteli ad asciugare su un panno di cotone pulito per almeno un quarto d’ora. Trasferite poi i funghi in una ciotola e unite anche il pepe, l’aglio tagliato a pezzetti e il prezzemolo tritato, mescolate bene e inserite i funghi in vasetti di vetro sterilizzati. Ora versate l’olio e schiacciateli bene con la forchetta, in modo che siano completamente ricoperti di olio e per far uscire le bolle d’aria. Chiudeteli bene e metteteli in un luogo asciutto e al riparo dalla luce. Conservateli almeno una settimana prima di consumarli. I vostri funghi sott’olio sono pronti per essere gustati.(3)

Consigli.

All’acqua e aceto potete aggiungere anche un po’ di succo di limone e qualche foglia di alloro, per aromatizzare i vostri funghi già durante la cottura.

Tra gli aromi potete utilizzare anche il peperoncino, il timo o le spezie che più vi piacciono.

Se volete conservare i funghi sott’olio a lungo, una volta pronti create il sottovuoto facendoli bollire per circa 3 minuti. In questo modo potrete conservarli fino a 3 mesi.

L’aceto è un ingrediente indispendabile per preparare le conserve sott’olio in quanto aiuta a scongiurare la formazione del botulino: riesce infatti a distruggere tutti i batteri. La percentuale di aceto utilizzata non deve essere inferiore al 50% sul totale del liquido di cottura.

Se volete utilizzare diverse tipologie di funghi ricordate che ognuno necessita di una cottura differente: i primi ad essere cotti devono essere i porcini, poi quelli chiari e per ultimi le trombette.

Se amate le conserve potete dedicarvi anche alla preparazione di deliziose melanzane sott’olio oppure di squisiti  peperoni sott’olio, da preparare in estate e da consumare per tutto l’anno. Chi non può rinunciare ai sapori piccanti apprezzerà sicuramente i peperoncini piccanti ripieni, una vera delizia da gustare anche con i formaggi.

Come conservare i funghi sott’olio.

Una volta aperti i funghi sott’olio vanno conservati in frigo e consumati entro una decina di giorni.

Fonte: Funghi sott’olio: la ricetta della conserva semplice e gustosa

ItalyanStyle.com

Web Net 3.0 Realizzazione siti web con integrazione social network e community features. Campagne web marketing e strategie SEO personalizzate. Article Marketing. Link Building.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi