Lampade a led: il presente e il futuro dell’illuminazione

Che cosa è il LED

Sono ormai diversi anni che si parla di LED e del loro uso nelle abitazioni, negli uffici e soprattutto in luoghi in cui è richiesta una continua illuminazione. Ma, nello specifico, che cosa sono? LED è l’acronimo di Light-Emitting Diodes, ossia diodi che emettono luce, sfruttando materiali semiconduttori in grado di produrre fotoni, grazie al fenomeno dell’emissione spontanea degli elettroni, al posto di gas o di filamenti dell’illuminazione tradizionale. Si tratta, quindi, di un’evoluzione importante per quanto riguarda la luce artificiale, dato che il primo elemento che contraddistingue il sistema LED è il notevole risparmio energetico che deriva dal suo impiego. Altro aspetto legato all’utilizzo del LED è la lunga durata, che permette una rara sostituzione delle lampade che utilizzano questa tecnologia.

Risparmio energetico, economico e lunga durata: la rivoluzione del LED

Il risparmio energetico di una lampada a LED deriva dal suo basso consumo di watt. Basta fare il confronto con il neon, tecnologia d’avanguardia negli anni passati (soprattutto dagli anni Sessanta agli Ottanta, quando il neon era quasi ovunque ed era un simbolo di assoluta modernità). Si può, infatti, sostituire una lampada al neon da 40 W (del genere T8, con un diametro di 26 cm e lunghezza 120 cm) con una a LED e quest’ultima non consumerà più di 17 W. Si risparmia più del doppio dell’energia, quindi. Oltre a quello energetico, si avrà anche un risparmio economico, dato che la lunga durata di una lampada a LED prevede una sostituzione molto meno frequente. Per ciò che riguarda la durata, il sistema LED è in grado di mantenere il 70% dell’emissione iniziale della luce per altre 50.000 ore, seguendo gli standard EN50107. Dopo questo periodo, le lampade a LED possono continuare a funzionare senza perdere totalmente d’intensità e non occorre per forza sostituirle, a meno che la riduzione di luminosità non crei fastidi alle vista. Infatti, il completo esaurimento avviene dopo le 100.000 ore. Non sono soltanto il risparmio energetico, economico e la lunga durata a far sì che le lampade a LED siano la soluzione migliore per l’illuminazione, ma è anche l’impatto zero sull’ambiente: il LED non inquina in nessuna maniera, non contenendo gas nocivi nè sostanze tossiche per la salute, al contrario delle lampade fluorescenti o alogene. Le lampade a LED brillano, emettendo una luce che riesce illuminare tutto l’ambiente e che non lo satura, poiché non vengono emessi raggi U.V. (ultravioletti, dannosi per l’uomo, dopo una lunga esposizione) e nemmeno i raggi I.R. (ossia radiazione infrarossi), molto dannosi per la vista, qualora vi sia esposizione diretta.

lampade a led

Perché scegliere lampade a LED

La lampade a LED vengono scelte anche per altre qualità, tra cui quella di non disperdere luce calda. Infatti, producono, sì, calore, ma viene trattenuto all’interno. Ciò avviene perché l’involucro controlla il calore generato senza espellerlo. La potenza utilizzata viene, quindi, impiegata totalmente per l’illuminazione, aumentandone l’efficienza e mantenendo una temperatura non superiore ai 50 gradi. Perciò si possono installare lampade a LED ovunque, anche in punti che si trovano a contatto con il legno oppure la plastica e, in genere, con qualsiasi materiale che teme il calore eccessivo.
Ma non è solo questo: vi è risparmio anche nella climatizzazione del luogo in cui si trovano lampade a LED. Una classica lampada ad incandescenza (oppure una alogena) emette molto calore, che va a disperdersi nell’ambiente. Infatti, duranti i calcoli che si eseguono quando si progetta un impianto di climatizzazione, si prendono in considerazione circa 75 W da abbattere, mentre col LED circa 15 W.
Inoltre, tutte le tipologie di led che si trovano sul mercato sono compatibili con gli attacchi, le dimensioni e le tensioni di alimentazione che già esistono. Perciò, sostituire vecchi tipi di lampade con quelle a LED è un gioco da ragazzi. Basta svitare la vecchia lampada e avvitarne una nuova a LED: funzionerà subito alla perfezione, senza nemmeno i secondi di ritardo che, ad esempio, impiega più o meno una lampada al neon prima di illuminarsi completamente. Non c’è nemmeno il rischio che possa fulminarsi all’improvviso. Per tutti questi motivi, il LED sta sostituendo i vecchi tipi di illuminazione ed è in aumento in qualsiasi tipo di ambiente, con grande soddisfazione di chi ha fatto la scelta di risparmiare su energia e costo ma, soprattutto, di rispettare l’ambiente.

Leave a Comment